Stato delle colture nel mondo

Stato delle colture nel mondo

La tecnologia con la più rapida adozione

Dal 1996 a oggi, le colture GM son state sempre più coltivate e consumate nel mondo, facendo di esse la tecnologia adottata più velocemente della storia. Le colture GM sono coltivate principalmente al di fuori dell’Europa e in modo crescente nei paesi in via di sviluppo.

Più di tutta l’agricoltura europea

Oggi seminano colture GM più agricoltori a livello globale di tutti quanti in totale ci siano nella UE, su una superficie più grande di tutte le terre coltivate nella UE. 18 milioni di agricoltori hanno seminato colture GM nel 2015, 6 milioni più di tutti gli agricoltori europei. Mentre la superficie totale di coltivazioni GM nel mondo è di 6 volte più grande dell’Italia, quanto coltivato in Europa corrisponde grosso modo alla superficie di una grande città.

I leader della coltivazione di piante GM

Nel 2015, i cinque principali paesi che utilizzano coltivazioni GM hanno coltivato ognuno più di 10 milioni di ettari. Dal 2012 i paesi in via di sviluppo hanno aumentato le coltivazioni GM più dei paesi industrializzati. Tra i 18 milioni di agricoltori che a livello globale hanno coltivato piante GM, circa il 90% sono piccolo agricoltori dalle scarse risorse, di cui 14 milioni di coltivatori di cotone nelle sole Cina e India.

Quali colture GM sono coltivate nel mondo?

Le coltivazioni più diffuse sono soia, mais, cotone e colza. Altre colture GM sono state approvate e vengono coltivate nel mondo, come barbabietola da zucchero, erba medica, papaia, zucchine, pioppo, pomodoro, peperone, patata, riso e svariate floreali.

Le quattro principali colture GM rappresentano una frazione rilevante del totale. Infatti, la maggior parte della soia e del cotone coltivati sono geneticamente modificati. Noi importiamo nella UE una gran quantità di queste produzioni GM per alimentare i nostri animali e per vestirci.

Quali miglioramenti sono più comuni?

La maggior parte delle colture GM coltivate commercialmente oggi mostrano tratti per la tolleranza agli erbicidi, per la resistenza agli insetti, o entrambi (caratteri “stacked”, combinazione di tratti). Altri tratti GM sono orientati a conferire tolleranza alle malattie, benefici salutistici e nutrizionali, tolleranza alla siccità, miglior conservabilità e migliore efficienza industriale.

Disponibili benefici diretti per i consumatori. Ma non in Europa!

Recentemente i primi tratti in grado di fornire benefici diretti per il consumatore sono stati resi disponibili nel Nord America. Questi comprendono la soia modificata per produrre un olio più salutare, così come mele e patate che anneriscono meno, contribuendo a diminuire gli sprechi di cibo. Per maggiori informazioni sulle colture GM nel mondo fate riferimento al sito http://www.isaaa.org

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz

Chi siamo

Fondata nel 2002 da Luca Coscioni, un economista affetto da sclerosi laterale amiotrofica scomparso nel 2006, è un'associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità l'affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l'assistenza personale autogestita, l'abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la ricerca sugli embrioni, l'accesso alla procreazione medicalmente assistita, la legalizzazione dell’eutanasia, l'accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.

Login con il tuo Account Social