Addio a Silvano Dalla Libera, che sfidò la politica miope trebbiando il suo mais Ogm

Addio a Silvano Dalla Libera, che sfidò la politica miope trebbiando il suo mais Ogm

Nella notte di giovedì 10 gennaio 2018 è venuto a mancare Silvano Dalla Libera. Consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni, da imprenditore agricolo sfidò un tabù, trebbiando il mais Ogm nei suoi campi. I professori Roberto DefezGilberto Corbellini gli hanno dedicato un tributo per il quotidiano Il Foglio.

Addio a Silvano Dalla Libera, che sfidò la politica miope trebbiando il suo mais Ogm

Non era solo un contadino, ma un uomo che cercava la libertà

di Roberto Defez Gilberto Corbellini

Guardando una piantina satellitare del nord Italia, si nota una grande V bianca sopra Venezia: in mezzo c’è Vivaro. Un luogo non facile da abitare e coltivare, specialmente dopo la guerra, quando nasceva il 20 ottobre 1946 Silvano Dalla Libera.

A dieci anni abbandonava gli studi per l’incendio che distrusse la stalla di famiglia. Una seclta obbligata, ma continuerà a studiare la sera dal parroco del paese. Perché l’indole di intellettuale, in lue era innata, visto che a sette anni era referente locale dell’Azione Cattolica.

Continua a leggere l’articolo

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
wpDiscuz

Chi siamo

Fondata nel 2002 da Luca Coscioni, un economista affetto da sclerosi laterale amiotrofica scomparso nel 2006, è un'associazione no profit di promozione sociale. Tra le sue priorità l'affermazione delle libertà civili e i diritti umani, in particolare quello alla scienza, l'assistenza personale autogestita, l'abbattimento della barriere architettoniche, le scelte di fine vita, la ricerca sugli embrioni, l'accesso alla procreazione medicalmente assistita, la legalizzazione dell’eutanasia, l'accesso ai cannabinoidi medici e il monitoraggio mondiale di leggi e politiche in materia di scienza e auto-determinazione.

Login con il tuo Account Social